Pochi secondi di attesa e accederai al tuo pannello

Caricamento in corso...

chiudi

Libertà di "Modem" :)

Net neutrality, finalmente liberi di scegliere il proprio modem!

Net neutrality, finalmente liberi di scegliere il proprio modem!

Oggi l'AGCOM chiederà in modo ufficiale agli operatori di non imporre un proprio modem agli utenti che sottoscrivono un abbonamento. Questa richiesta è stata avallata anche da Focelda tramite i propri legali. Una piccola battaglia vinta. Troppo spesso i router proposti dai provider sono già obsoleti al momento della sottoscrizione del contratto peggiorando poi, ovviamente, con il passare del tempo, fino ad arrivare a situazioni paradossali in cui si paga una rata mensile(o bimestrale) per un prodotto vecchio e con funzioni limitate.

Va inoltre considerato che per la durata lunga degli abbonamenti spesso si rischia di pagare un prodotto molte volte il proprio valore. Considerando i prezzi, davvero molto accessibili, dei Router/modem più moderni e considerando l'evoluzione della rete in Italia esiste una vera convenienza economica nel poter acquistare liberamente il prodotto desiderato.

I router/modem che gli utenti troveranno sul mercato sono molto di più di quelli comunemente offerti dai provider: supportano i nuovi standard wireless ad altissima velocità, implementano funzionalità avanzate come i VPS ed il QoS e sopportano un (vero) port forwarding. Queste ed altre funzioni renderanno gli utilizzatori finali del prodotto in grado di sfruttare appieno le potenzialità della propria connettività avviandolo, al contempo, in un primo step dell'automazione e della comprensione delle potenzialità della "smart home".

Agcom riconosce che la libertà di router rientra nel concetto di neutralità della rete(legge europea 2015/2120): "Gli utenti finali hanno il diritto di accedere a informazioni e contenuti e di diffonderli, nonché di utilizzare e fornire applicazioni e servizi, e utilizzare apparecchiature terminali di loro scelta, indipendentemente dalla sede dell’utente finale o del fornitore o dalla localizzazione, dall’origine o dalla destinazione delle informazioni, dei contenuti, delle applicazioni o del servizio, tramite il servizio di accesso a Internet”.

Non bisogna avere paura di fare una prima configurazione, AGCOM invierà ai provider delle direttive per facilitare questo processo, se saranno accolte il processo sarà davvero molto semplice liberando tutte le potenzialità di un prodotto costruito(davvero) per trascendere il limite della semplice connessione alla rete ed iniziare ad usare davvero la rete.


« torna all'elenco