Pochi secondi di attesa e accederai al tuo pannello

Caricamento in corso...

chiudi

Esodo d’agosto

Giro di vite per chi usa il cellulare in auto.

Guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, eccessi di velocità, mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e uso del cellulare o dello smartphone smartphone: sono questi i principali punti su cui si focalizzerà l’attività della Polizia Stradale in Italia in vista degli esodi estivi del mese di agosto.

Weekend da bollino rosso o nero che richiederanno controlli capillari sulle principali strade ed autostrade per scongiurare lunghe code ed incidenti stradali.

Come ogni anno non mancano gli appelli alla prudenza ed i consigli utili per viaggiare in sicurezza. Il maggior dispiegamento di pattuglie ci sarà sabato 5 agosto considerato da “bollino nero” secondo il calendario di Viabilità Italia, che prevede la più alta concentrazione delle partenze per le vacanze estive.

Da “bollino rosso” (traffico intenso con possibili criticità) i restanti weekend. I mezzi pesanti si fermeranno, per agevolare la fluidità, nelle giornate del 30 luglio, 4, 5 e 6 agosto. Si farà ricorso a etilometri, autovelox, telelaser, per attestare l’esito dei controlli.

Sicurezza stradale, stop all’uso dello smartphone

Aspetto cardine della prevenzione su strada, sarà il giro di vite contro chi utilizza il cellulare/smartphone durante la guida. Quest’anno saranno in vigore le nuove sanzioni per chi viene beccato a a parlare al telefonino o utilizza altri dispositivi elettronici mentre è alla guida: multe salatissime (con sanzione amministrativa che va dai 161 ai 647 euro) in attesa che diventi legge l’emendamento per la sospensione della patente fino a tre mesi.

LEGGI ANCHE: Auricolari e speaker alla guida per ridurre gli incidenti

Una stretta necessaria, se si considera che secondo le statistiche, l’81 % degli incidenti è dovuto alla distrazione dei conducenti dei veicoli e nel 75 % dei casi, nascono dall’uso del cellulare, nonostante gli sforzi per ampliare la tecnologia dell’auto grazie a sistemi vivavoce e bluetooth.

Eppure percentuale altissima di incidenti stradali – spesso mortali – che si registrano sulle strade italiane potrebbe essere ridotta grazie ad apparecchiature, anche estremamente economiche, che permettono di stare alla guida e di parlare al telefono senza alcun rischio.

Tra queste, ricordano la Polizia Stradale e gli esperti piloti della confederazione delle autoscuole italiane, la Confarca, ci sono i sistemi auricolari. Attenzione però: le cuffie possono provocare un effetto isolanteche impedisce a chi le indossa di tenere sotto controllo ciò che accade nell’ambiente circostante e di sentire i rumori esterni.

L’uso degli auricolari alla guida comporta una riduzione dell’attenzione mentre si guida e, di conseguenza, aumentano anche i rischi di incidenti su strada.

Cellulare alla guida, cosa dice il Codice della Strada

Il Codice Stradale vieta l’utilizzo degli auricolari soltanto su entrambe le orecchie. Nell’art. 173 del Nuovo Codice della Strada si legge che “è vietato al conducente di far uso durante la marcia di apparecchi radiotelefonici ovvero di usare cuffie sonore” ma che tuttavvia “è consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purchè il conducente abbia adeguata capacità uditive ad entrambe le orecchie (che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani)”.

Auricolari e sistemi bluetooth per la tua sicurezza in auto

Con le soluzioni ADJ è possibile avere un’ampia scelta tra auricolari e sistemi bluetooth che rendono la fruizione audio perfetta e vissuta in piena e totale libertà, all’aria aperta, mentre si è in movimento o si è alla guida: la loro perfetta aderenza al condotto uditivo garantisce un suono pulito e senza interruzioni.

Rispondere ad una telefonata importante quando siete impegnati alla guida in completa sicurezza e praticità, risulterà davvero molto semplice.

« torna all'elenco